CROWD COMMUNICATION Agenzia specializzata nella realizzazione di Strategie di Marketing e Comunicazione per il lancio di Campagne di Equity Crowdfunding
Come stiamo comunicando il nostro progetto di Equity Crowdfunding

Come stiamo comunicando il nostro progetto di Crowdfunding?

Prima di analizzare le diverse attività e strategie che possiamo o, meglio, dobbiamo realizzare per creare una campagna di Equity Crowdfunding di successo è determinante avere la giusta conoscenza del Mercato.

Per questo motivo è fondamentale realizzare una analisi del posizionamento web, seo e social dei nostri Competitors.

E’ fondamentale sapere:

  • Quali canali presidiano
  • Com’è Strutturato il loro sito web
  • Quale strategia SEO hanno implementato
  • Dove, come e quando comunicano
  • Qual é il loro stile di comunicazione
  • Quali sono i loro punti di forza e debolezza
  • Qual é la loro offerta commerciale. Come si distingue dalla nostra.

Sostanzialmente dove e come possiamo batterli sul nostro mercato di riferimento.

Campagna di Equity Crowdfunding e Inbound Marketing

Crowd Communication Servizi Marketing Automation

Partiamo dal presupposto che nella maggior parte dei casi i nostri potenziali investitori non conoscono la nostra azienda. A maggior ragione se stiamo lanciando sul mercato una nuova start up. É quindi fondamentale creare un rapporto di fiducia.

Per questo motivo, noi di Crowd Communication, riteniamo importante prevedere nelle attività a supporto del lancio delle campagne di Equity Crowdfunding una strategia che prende il nome di Inbound Marketing, che si basa sulla Marketing Automation: il messaggio giusto, al momento giusto, alla persona giusta.

Per creare una forte relazione di fiducia è fondamentale pubblicare quotidianamente articoli, video, o altri contenuti di valore sul tuo sito web o landing page, e condividerli sui tuoi canali social.

Comunicare con la tua audience, e rispondere sempre a tutte le domande che ti vengono poste dagli utenti interessati alla tua Campagna di Equity Crowdfunding. Un account “vivo” permette di rafforzare il proprio Brand, e di aumentare la propria visibilità online.

Quali attività devo prevedere nella Strategia di Marketing e Comunicazione?

Crowd Communication Servizi Strategia

Che tu sia un Imprenditore oppure uno Startupper alla ricerca di fondi, è importante che tu sappia che lo sviluppo della strategia di Marketing e Comunicazione è fondamentale per il successo della tua Campagna di Equity Crowdfunding.

Il numero e tipologia di attività e strategie da realizzare sono proporzionali agli obiettivi di raccolta (minimo e massimo) che ti sei prefissato di raggiungere.

Più importanti sono i tuoi obiettivi, maggiori sono le risorse che devono essere destinate alla realizzazione della tua Campagna: Ufficio Stampa e Public RelationSocial Media Marketing e Campagne ADVDirect Email Marketing e SMS MarketingMarketing Automation e produzioni video.

Tieni sempre presente che il tuo sito web e la landing page sono fondamentali per rendere efficace la tua strategia.

Se vuoi approfondire questo argomento ti invitiamo a leggere questo articolo:

L’importanza del sito Internet e landing page in una campagna di Equity Crowdfunding

Come analizzare la nostra Strategia di Marketing e Comunicazione?

Forse ti stai chiedendo, ora cosa faccio? Come faccio ad progettare la mia strategia?

Ti elenchiamo alcune semplici domande che speriamo possano esserti utili per migliorare la tua strategia di marketing e comunicazione:

  • Il mio stile di comunicazione è chiaro, diretto e in linea con il mio target potenziale (Buyer Persona) e con il mio mercato di riferimento?
  • Il mio sito web è sufficientemente veloce? È responsive, e ben leggibile su tutti i dispositivi mobile?
  • I contenuti inseriti nel mio sito sono coerenti con il mio target di riferimento?
  • È stata predisposta una strategia SEO per posizionare il mio sito web sul mercato? E quindi fargli scalare velocemente le prime posizioni sui motori di ricerca, rendendolo facilmente raggiungibile e ben visibile?
  • Le keywords che sono state inserite nel mio sito, corrispondono a quelle effettivamente cercate online dalla maggior parte degli utenti? E quindi, riesco davvero ad intercettare le persone potenzialmente interessate alla mia campagna?
  • La mia azienda ha già dei canali social?
  • Comunico in modo corretto sui miei social?
  • Sono coerenti con la mission della mia azienda?
  • Sono visual, ricchi di informazioni e con una buona community di followers?
  • Hanno un buon livello di engagement?

La Strategia Social Media per lanciare la nostra Campagna di Equity Crowdfunding?

Crowd Communication, quali Canali Social si devono utilizzare per realizzare una Campagna di Equity Crowdfunding?

Abbiamo visto come il tuo sito web è un elemento alla base della strategia.

Per creare le giuste opportunità di visibilità e notorietà della tua Campagna di Equity Crowdfunding è fondamentale definire anche una Strategia Social Media mirata.

I Social sono un importante canale di comunicazione. La relazione è decisamente meno formale e più diretta.

La strategia di Social Media Marketing può generare un rapporto diretto e duraturo con il tuo target di riferimento.

Il primo passo è definire quali Social presidiare in base:

  • ai prodotti e servizi che vendiamo
  • alla Campagna di Equity Crowdfunding che vogliamo realizzare
  • al target di riferimento.

Non è sufficiente avere dei canali social

È indispensabile definire e pianificare ogni attività che rientra nella nostra strategia social media:

  • Media Content: cosa pubblicare, come pubblicare, quando pubblicare
  • Caring: predisporre un buon supporto agli utenti tramite chat, per rispondere in tempo reale alle richieste di informazioni
  • Media Marketing: progettare e realizzare le Campagne ADV (advertising) per espandere il nostro pubblico potenziale ed intercettare i nostri potenziali clienti ed investitori.
  • Monitoring: implementare strumenti di analisi e monitoring per scoprire cosa le persone dicono della nostra Azienda, prodotti e servizi.

E’ fondamentale essere presenti, dove ci sono i nostri clienti, potenziali clienti, investitori e potenziali investitori.

Non devi necessariamente creare, e avere un account, su tutte le piattaforme Social disponibili.

Ad esempio, soprattutto per alcune tipologie di business, possiamo affermare che non sia necessariamente positivo aprire un profilo Instagram e creare una pagina Facebook, in quanto il solo utilizzo di LinkedIn è molto più producente.

Facciamo riferimento, ad esempio, a tutte quelle aziende che operano in ambito B2B.

Un ulteriore aspetto importante che viene analizzato, in quanto indice di credibilità aziendale, riguarda il numero di follower e il livello di engagement (numero di interazioni degli utenti) dei canali social.

Avere una buona community di follower è sicuramente indice di un brand forte, con una storia e una reputazione importante.
Se, ad esempio, abbiamo 10 k followers, ma i nostri post ricevono solamente un paio di like, il nostro tasso di engagement è estremamente basso. Rischiamo di rendere poco credibile la nostra reputazione.

Basti pensare alle recenti “soluzioni alternative” di questi ultimi tempi, che inneggiano all’acquisizione di finti follower su Instagram e Facebook per incrementare notevolmente il numero di seguaci.

Infatti, se in un primo momento il risultato è all’apparenza sorprendente, in termini di aumento di utenti nella community, nel lungo periodo è fortemente penalizzante, in quanto una mancanza di like, condivisioni, commenti ecc., penalizzano fortemente il nostro engagement. E conseguentemente, la veridicità del nostro brand.

Per questo è importante attuare una strategia social media ad hoc, che si basi su 2 aspetti principali:

  1. Una pubblicazione di contenuti coerente con il mercato, con la Buyer Persona, con il valore dei nostri prodotti e servizi (Content Marketing). Per dare informazioni utili ai nostri utenti o ai nostri potenziali investitori.
  2. Una strategia social media basata su campagne di advertising che amplificano la visibilità delle nostre pagine, attraendo così nuovi followers, in target con gli obiettivi di comunicazione della nostra Azienda.

Ufficio stampa a supporto della Campagna

PR e Ufficio Stampa per il lancio delle campagne Equity Crowdfunding

Le attività che possiamo mettere in campo per lanciare la nostra Campagna di Equity Crowdfunding sono molteplici e sono direttamente proporzionali all’obiettivo di raccolta (goal minimo e massimo) che ci siamo prefissati di raggiungere.

Maggiore è l’obiettivo di raccolta, maggiori sono i budget che dobbiamo prevedere.

Non esiste un parametro prefissato. Dipende dalla notorietà del Brand, dal suo posizionamento sul mercato, dall’oggetto stesso della Campagna.

Se hai un importante obiettivo di raccolta, ti consigliamo di prevedere anche una campagna sulle principali testate giornalistiche.

La pubblicazioni di articoli che parlano della tua Azienda e della tua Campagna di Equity Crowdfunding consentono di incrementare:

  • La visibilità dell’Azienda e dei suoi prodotti e servizi
  • Il numero di persone potenzialmente interessate a sottoscrivere la Campagna
  • La credibilità della Campagna: “Se ne parlano su Il Sole 24 Ore, vuol dire che è una Campagna di successo.”

L’importanza del CRM nel Crowdfunding

Oltre al sito web e ai canali social, anche un buon CRM, ovvero un sistema di Customer Relationship Management, è fondamentale per realizzare un’efficace strategia di marketing e comunicazione a supporto della Campagna di Crowdfunding.

Un CRM, non è altro che una piattaforma in grado di raccogliere, e catalogare, le informazioni degli utenti che vengono in contatto con la nostra azienda.

Questo potente strumento, ci consente di gestire queste informazioni per migliorare le informazioni tra la nostra Azienda e i potenziali clienti, o potenziali investitori.

Crowd Communication e la divisione di Factory Communication, HubSpot Gold Certified Partner, specializzata nella realizzazione di strategie di Marketing e Comunicazione per il lancio di Campagne di Equity Crowdfunding.

HubSpot è il CRM che ha portato nel mondo il concetto di Marketing Automation, Inbound Marketing e Funnel di Vendita.

Ed è uno dei migliori CRM disponibili sul mercato.

Uno degli elementi più importanti di HubSpot, è che ha una curva di apprendimento e di implementazione all’interno dell’azienda estremamente veloce.

Perché è completo, e allo stesso tempo estremamente semplice e intuitivo da utilizzare. E questo è un grande goal, in quanto è possibile implementarlo in azienda senza dover ricorrere a inutili dispendi di energie, capitali umani ed economici.

Come si integra HubSpot nella mia Strategia di Marketing?

HubSpot ti consente di integrare in un’unica piattaforma tutti i canali e gli strumenti di comunicazione della tua azienda e start up:

  • Form di richiesta informazioni
  • Live Chat e chat conversazionale (chatbot)
  • Form di iscrizione alla Newsletter
  • Canali Social
  • Canale WhatsApp

Questo aspetto è estremamente importante perché tutte le informazioni relative i tuoi potenziali investitori sono raccolte in un’unica piattaforma.

HubSpot ed il funnel di conversione

Inoltre HubSpot ti consente di profilare gli utenti che visitano il tuo sito web o landing page. In questo modo puoi pianificare la tua strategia di marketing automation ed inviare le informazioni giuste in base alla tipologia di utente che hai di fonte.

Questa attività si base sulla costruzione del Funnel di Conversione.

Il funnel di conversione, maggiormente noto come funnel di vendita, illustra le 4 fasi di interazione tra un Utente ed un’Azienda. La creazione di un funnel di conversione ci permette di definire quali attività ed azioni la tua Azienda deve realizzare, per trasformare un utente sconosciuto in Socio Sostenitore della tua Campagna di Equity Crowdfunding.

Il Funnel di Conversione importante per il lancio della tua Campagna di Equity Crowdfunding - Crowd communication
Se hai bisogno di ulteriori informazioni lascia un commento a questo articolo oppure contattaci.

Sarà un piacere rispondere ad ogni tua richiesta.

Autore:

Share:

Indice

On Key

Related Posts

Chi sono gli investitori professionali di una campagna di equity crowdfunding

Chi sono gli investitori professionali nell’Equity Crowdfunding?

La disciplina degli investimenti in equity crowdfunding si muove all’interno del perimetro definito dal regolamento Consob del 2013 il quale prevede, tra l’altro, che affinché una raccolta possa andare a buon fine almeno il 5% dei finanziamenti debba provenire da quelli che vengono definiti investitori professionali.

Vediamo meglio cosa si intenda con questa espressione e quali sono le categorie specifiche all’interno delle quali vengono classificati gli operatori professionali.

Le 4 fasi di una Campagna di Equity Crowdfunding

Le 4 fasi di una Campagna di Equity Crowdfunding

Negli ultimi 3 anni, le richieste di informazioni da parte di Imprenditori e Startupper relative il lancio di una Campagna di Equity Crowdfunding, si sono moltiplicate a dismisura.
Questo positivo interesse dimostra come questa innovativa formula di raccolta di capitale da un lato ed investimento dall’altro, stia riscuotendo notevole successo.
Ho pensato di scrivere questo articolo per analizzare insieme le 4 fasi principali in cui si articola la campagna.

Analisi SMART di una Campagna di Equity Crowdfunding

L’analisi S.M.A.R.T. di una Campagna di Equity Crowdfunding

L’Equity Crowdfunding, in Italia, sta acquisendo sempre più quote di mercato e di interesse da parte di Imprenditori, Startupper ed Investitori.

Perché realizziamo un’analisi S.M.A.R.T. di una Campagna di Equity Crowdfunding?
Come prima cosa vediamo, insieme, il significato dell’acronimo S.M.A.R.T. che non ha nulla a che vedere con la famosa automobilina 😅.